Come curare le verruche

Le verruche sono delle escrescenze della pelle di tipo benigno causate da un virus, le quali possono formarsi in varie zone del corpo e avere forme differenti.

Cosa sono le verruche e come si contraggono

Sono date dal virus della famiglia dell’HPV, ossia quello del papilloma virus, sono molto contagiose e possono manifestarsi sia quando si frequentano le piscine, sia quando il sistema immunitario è debole.

Per questo motivo si sviluppano molto più facilmente nei bambini oppure nelle persone con malattie al sistema immunitario, basti pensare a quelle autoimmuni o all’Aids.

Trovano inoltre un terreno molto fertile negli ambienti umidi come palestre, piscine, saune, bagni turchi e quant’altro.

Anche se sono molto fastidiose e antiestetiche, solitamente sono innocue e se ne vanno via nell’arco di un mese, ma è possibile contrastarle con alcuni rimedi naturali.

E’ inoltre bene evitare di toccare le verruche, sia proprie che quelle di altre persone, in quanto fanno presto a contagiare la pelle sana.

Curare le verruche: rimedi efficaci

Qui sotto vengono suggeriti ben dieci rimedi naturali per curare le verruche.

1. Prevenire: la miglior cura delle verruche è la prevenzione. Visto che sono molto contagiose, evitare l’uso promiscuo di ciabatte, accappatoi e asciugamani. Inoltre è bene non camminare a piedi nudi in piscina, palestre e altri ambienti molto frequentati.

2. Asportazione: le verruche vengono solitamente asportate con l’azoto liquido (crioterapia), con il laser o con il bisturi elettrico.

3. Farmaci da banco: in farmacia si trovano molti farmaci da banco, specie se la verruca è piccola. I prodotti sono a base di acido glicolico, acido salicilico e tretinoina. Bisogna però tener conto che per la scomparsa occorrerà un mese circa.

4. Aglio: prendere uno spicchio d’aglio, schiacciarlo, aggiungere qualche goccia d’olio di oliva e applicare la pasta sulla zona trattare. Coprire con un cerotto e ripetere l’operazione ogni volta che il composto si secca.

5. Tea tree oil: applicare qualche goccia di questo prodotto sulla parte interessata per un minimo di dieci giorni.

6. Gel all’aloe vera: distribuirlo sulla verruca una volta al giorno.

7. Limone: massaggiare uno spicchio di limone sulla verruca oppure utilizzare la parte bianca che si trova sotto la buccia del frutto. Ripetere il trattamento fino alla completa scomparsa del disturbo.

8. Olio di ricino: scaldare una garza al sole o sul termosifone, applicare una piccola dose di olio di ricino e massaggiare sulla verruca per 20-30 minuti. Ripetere il trattamento due volte al giorno.

9. Buccia di banana: posizionare la parte interna della buccia di banana sulla verruca, fissarla con un bendaggio e cambiarla due volte al giorno per rendere più veloce il processo di guarigione.

10. Corteccia di betulla: con la corteccia di betulla si può agire in due modi:

  1. frizionare la corteccia dell’albero direttamente sulla verruca;
  2. preparare una tisana polverizzando il prodotto. La bevanda può essere bevuta oppure applicata sulla verruca con delle garze inumidite, tenendo l’impacco sulla parte da trattare per dieci minuti al giorno.

Nota bene: prima di ricorrere a qualunque rimedio, è sempre bene consultare un medico.